Accadde il 23 marzo 2013 e fu un momento destinato ad entrare nella storia: per la prima volta due Pontefici si sono incontrati faccia a faccia a Castel Gandolfo“Il Papa emerito desiderava che Francesco si mettesse all’inginocchiatoio d’onore, posto davanti all’altare. Ma il Papa gli ha detto: ’No, siamo fratelli’”. Fu proprio dopo queste parole di Papa Francesco, riportate da Padre Lombardi, che Bergoglio e Benedetto XVI si inginocchiarono insieme nello stesso banco nella cappella dove si riunirono in preghiera al Palazzo apostolico l’uno accanto all’altro.

Il direttore della Sala stampa vaticana lo descrisse come un incontro di grande “familiarità”, spiegando che Papa Francesco e Benedetto XVI si erano già sentiti telefonicamente, prima del loro colloquio, in due circostanze diverse: la prima la sera stessa in cui Papa Bergoglio venne eletto, la seconda il 19 marzo in occasione dell’onomastico di Ratzinger.

Il colloquio riservato tra Papa Francesco e Benedetto XVI secondo lo stesso Lombardi durò “circa 45 minuti” ed avvenne nella Sala della biblioteca, quella dove il Papa riceve gli ospiti d’onore in visita al Palazzo apostolico di Castel Gandolfo. Un momento unico che verrà ricordato per sempre come il passaggio di testimone più inedito della storia dell’umanità.