Episodio di violenza brutale in una scuola dell’India dove una maestra ha massacrato di botte un bambino per non aver fatto i compiti a casa e non aver pagato le tasse scolastiche in tempo.

E’ successo in una scuola materna di Bareilly nell’Uttar Pradesh dove il bambino sarebbe stato preso e sbattuto con violenza contro un muro e così avrebbe iniziato a perdere sangue dal naso. I collaboratori scolastici, così lo hanno portato in ospedale e poco dopo hanno chiamato i genitori dicendo loro che il figlio era malato e che dovevano andare a prenderselo.

Una volta arrivati in ospedale i genitori però hanno trovato il bambino privo di conoscenza, poco dopo il piccolo è morto per le ferite riportate alla testa.

A Nankara, nel villaggio dove il bambino viveva con i genitori, si è scatenata la rivolta: i residenti hanno protestato davanti la stazione di polizia chiedendo l’arresto immediato della preside della scuola. La polizia però ha fatto sapere che è stata presentata formale denuncia ma ancora nessuno è stato tratto in arresto.