Gravissimo incidente ferroviario in India, nella regione dell’Uttar Pradesh, che ha provocato 23 morti e oltre 150 feriti. Questo il bilancio provvisorio delle vittime a seguito del deragliamento di un treno avvenuto intorno alle 6 di sabato sera (ora locale) nella zona di Khatauli, a circa 140 km da Nuova Delhi, nella parte settentrionale del Paese.

Ancora in corso le ultime operazioni di soccorso, mentre la polizia locale sta cercando di chiarire la dinamica dell’incidente che ha visto protagonista quattordici carrozze del treno ad alta velocità Kalinga Utkal Express.

Il ministro dei trasporti Suresh Prabhu ha ordinato un’inchiesta, che controllerà di persona, minacciando provvedimenti severi nel caso venga accertato un errore umano.

Terribile la scena presentatasi davanti ai soccorritori, con due carrozze entrate una dentro l’altra e altre quattro rovesciatesi fuori dai binari.
Nonostante non vi sia alcun indizio riguardante una possibile manomissione, sul posto è stata inviata in ogni caso una squadra antiterrorismo.

Sia le ferrovie statali che gli stati di Odisha e dell’Uttar Pradesh hanno annunciato risarcimenti per i feriti e le famiglie delle vittime. Il Kalinga Utkal Express è un treno noto per collegare la città santa di Haridwar con Puri, altro tappa religiosa importante, sita nello stato di Odisha.

Sono circa 22 milioni al giorno i passeggeri della rete ferroviaria indiana. Nel Paese gli incidenti sono piuttosto frequenti, anche a causa dell’anzianità dei vagoni e delle strutture. Solo lo scorso novembre, sempre nell’Uttar Pradesh, un incidente simile aveva provocato la morte di 150 persone.