Sono un milione gli italiani costretti a stare a letto a causa dell’influenza dall’inizio della stagione del virus. Proprio in questi giorni in alcune regioni d’Italia si è registrato un picco di “influenzati” che non hanno potuto trascorrere serenamente le festività natalizie. In particolare, stando all’ultimo bollettino “Influnet” dell’Istituto superiore di sanità, i più colpiti sono i bambini sotto i 5 anni: tra le regioni maggiormente interessate dall’influenza ci sono Piemonte, Toscana, Trento, Marche, Lazio, Puglia, Valle d’Aosta, Basilicata e Calabria.

Influenza, 270mila casi in tutta Italia

Dall’11 al 17 dicembre, che è la settimana considerata dall’Istituto superiore della Sanità, si è arrivati ad un’incidenza di 4,47 casi per mille assistiti per un totale di circa 270mila casi in tutta Italia. La fascia d’età più colpita, con circa 12,68 casi per mille assistiti, è quella dei minori sotto i cinque anni, seguita da quella tra i 5 e 14 anni con 7,19 casi. Reggono, invece, le fasce più adulte come quella tra i 15 e 64 anni con 4,09 casi su mille assistiti. Bene anche gli over 65 con 1,99 casi. 

Influenza, picco a Capodanno

Con le feste i casi di influenza sono destinati a crescere e il picco si registrerà a Capodanno. Stando alle ultime stime, saranno tra i 4 e i 5 milioni gli italiani – più altri 8/10 milioni che si ammaleranno a causa di altri virus respiratori – a dover restare a letto il 31 dicembre. L’ultimo giorno dell’anno.