Sembra una storia surreale quella che viene da Perugia e che vede protagonisti due uomini i quali, per festeggiare l’addio al celibato di un amico, avevano organizzato un finto rapimento. I due, infatti, col volto coperto hanno bloccato un uomo (lo sposo, ndr) per strada costringendolo a salire su un furgone: circostanza che ha fatto pensare ad un vero e proprio rapimento così da far scattare l’allarme. E, invece, non era altro che un gioco. Un passante, preoccupato, avendo assistito a questa scena, ha chiamato subito la polizia che è intervenuta sul posto denunciando gli amici dello sposo per procurato allarme. 

I fatti si sono verificati a Perugia dove uno scherzo, un addio al celibato – con tanto di finto rapimento – è finito male. I passanti non potevano sapere che si trattava, in realtà, di un gioco, che quelli erano gli amici dello sposo. Chi ha assistito a quella scena non ha fatto altro che chiamare la polizia la quale ha bloccato tempestivamente il furgone su cui viaggiavano i finti rapinatori. Lì hanno trovato sei italiani di circa 30 anni che hanno ammesso di aver “rapito” l’uomo spiegando, però, che fosse uno scherzo. Niente di più.

Infine sono stati portati in Questura dove hanno risposto di procurato allarme.