Tragedia a Roma, dove una ragazza è stata investita dalla polizia penitenziaria. La vittima si chiama Laura Virdis, ed è stata travolta ieri pomeriggio intorno alle 17, nei pressi di via di Brava, all’angolo con via del Pescaccio, mentre era alla guida del suo scooter.

Alcuni testimoni hanno raccontato che la giovane sarebbe stata protagonista di una caduta in seguito alla perdita di controllo del mezzo. Alle sue spalle proprio in quel momento stava sopraggiungendo il furgone della polizia penitenziaria che non è riuscito a evitare l’impatto. La ragazza sarebbe deceduta sul colpo.

La strada, nella quale è imposto il limite di velocità di 30 km/h (di cui i residenti hanno chiesto più volte il rispetto), è stata chiusa al traffico dai vigili per permettere alle forze dell’ordine di effettuare i necessari rilievi del caso. È stato ascoltato anche l’agente che reggeva il volante del furgone.

La zona è purtroppo tristemente famosa per questi incidenti letali, dato che in poco più di un mese si sono verificati altri due avvenimenti analoghi. Un uomo di 43 anni è morto infatti a fine maggio, mentre il 21 giugno un motociclista aveva perso la vita dopo uno scontro con un’automobile.