Un alto prelato, un broker finanziario e un agente dei Servizi Segreti sono stati arrestati nell’ambito di un’indagine svolta dalla procura della Repubblica di Roma sullo Ior per corruzione e truffa.

I tre uomini sono stati scortati questa mattina da militari del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di finanza. L’indagine – è stato ribadito – nasce come filone autonomo della più ampia inchiesta sullo Ior. Al momento non si conoscono ancora i dettagli dell’arresto. I provvedimenti, dopo le indagini svolte dal nucleo valutario della Gdf, sono stati chiesti dalla procura di Roma e le richieste sono state accolte dal gip della capitale, Barbara Callari.

L’arresto avviene a soli due giorni dall’istituzione, per volontà di Papa Francesco, di una commissione per la riforma dell’Istituto per le opere religiose, che è di fatto la banca del Vaticano.