[AGGIORNAMENTO ore 10:20] stando alle ultime informazioni diffuse dalla polizia di Teheran sarebbero 7 le persone rimaste uccise nell’operazione terroristica ancora in corso al Parlamento. Altre 4 sarebbero ancora in ostaggio dei terroristi, che si sono asserragliati ai piani alti dell’edificio.

Allarme terrorismo in Iran, e più precisamente nella capitale Teheran.

Questa mattina (intorno alle 11, ore locali) il Parlamento è stato infatti preso d’assalto da un commando di almeno 4 uomini armati, entrati nella struttura imbracciando dei fucili. Nello scontro a fuoco sarebbe morta una guardia e sarebbero rimaste ferite altre sette persone; uno degli assalitori invece sarebbe riuscito a fuggire.

Le notizie provenienti da Teheran rimangono confuse e non è ancora chiaro se durante l’operazione siano stati presi ostaggi tra i deputati o se questi siano riusciti a chiudersi in un’aula dell’edificio.

Quasi negli stessi minuti un altro gruppo di persone armate avrebbe fatto irruzione nel mausoleo dedicato a Khomeini, che si trova sulla strada che conduce all’aeroporto: tre uomini avrebbero iniziato a sparare all’impazzata sulla folla, e un quarto si sarebbe fatto saltare in aria in un gesto suicida. Ancora imprecisato il numero di feriti, mentre almeno uno degli uomini del commando sarebbe stato arrestato.

È da qualche mese che la polizia del Paese ha iniziato a far emergere notizie sugli attacchi terroristici progettati dall’Isis sventati in diverse regioni, in particolar modo nel sud ovest a prevalenza sunnita.

L’agenzia stampa governativa ha smentito invece in questi ultimi minuti la voce riguardante un’esplosione all’interno della metropolitana di Teheran.