Sono stati fermati due indiani, accusati dell’omicidio della giovane ragazza indiana, una 29enne studentessa all’Accademia di Brera morta per asfissia, forse provocata da un cuscino. I due fermati sono Gagandeep Kaur, cameriera di 30 anni, e un portiere d’albergo di 28, Rajeshwar Singh. Il cadavere della giovane Mahtab Savoji è stato trovato una settimana fa nelle acque del Lido di Venezia.

I tre erano coinquilini in una casa in zona viale Monza; la giovane iraniana aveva deciso di andare a Venezia da un’amica, in quanto i rapporti con la coppia indiana non erano buoni. La polizia indaga, visto che sul 28enne ragazzo pare ci sia anche un’ipotesi d’accusa di tentata violenza sessuale. La ragazza è stata uccisa lunedì intorno alle 14 nell’appartamento di Milano. Poi il corpo è stato rinchiuso in un trolley e portato via. Prima a Lecco, poi in treno al Lido di Venezia. Ad aiutare la polizia i filmati delle telecamere della stazione della città lagunare e la testimonianza di un tassista.

photo credit: manfrys via photopin cc

LEGGI ANCHE

Omicidio Udine: nota avvocatessa accoltellata in pieno giorno

Anziani uccisi Caselle Torinese: convivente ex domestica confessa triplice omicidio

Omicidio Melania Rea: i giudici, “La versione di Parolisi non regge”