E’ apparso per la prima volta in video quello che si è autoproclamato come il califfo del nuovo “Stato islamico, Abu Bakr al Baghdadi. Il leader ha parlato nella moschea della città di Mosul, che considera la capitale del suo califfato, e lo ha fatto anche per smentire le voci di un suo presunto ferimento in battaglia.

Al Baghdadi ha circa quarant’anni, ha studiato teologia e in seguito all’invasione americana in Iraq si è unito ad al Quaeda. Nel 2006 è stato catturato dai militari statunitensi ed è stato rinchiuso per tre anni a Camp Bucca. A torto era stato considerato meno pericoloso rispetto ad altri estremisti.

Durante la sua predica durata circa un quarto d’ora, il leader dell’Isis (Stato islamico dell’Iraq e del Levante) si è rivolto ai fedeli e ha elogiato prima di tutto il mese sacro del Ramadan. E’ stata poi la volta di ricordare i mujahidin (coloro che combattono per il jihad) e li ha esortati a compiere il loro sacrificio perché “l’annuncio del califfato è un dovere di tutti i musulmani”. Ha poi chiesto ai musulmani di obbedirgli e infine si è rivolto ai miscredenti e agli ipocriti, esaltando le vittorie musulmane.

La notizia del discorso di al Baghdadi è arrivata anche sui canali ufficiali Twitter dello Stato islamico.