Arrivano i primi risultati dalle indagini sull’omicidio di Irene Focardi, la donna di 43 anni che è stata ritrovata domenica scorsa in un sacco della spazzatura, a pochi metri dall’appartamento in cui viveva con la madre, alle Piagge, una zona in periferia di Firenze.

La polizia ieri sera ha arrestato per omicidio Davide Di Martino, l’ex fidanzato di 50 anni della donna, il quale scontava una condanna agli arresti domiciliari di 3 anni e nove mesi proprio per i maltrattamenti nei confronti della compagna. Anche la sua abitazione si trova a pochi metri dal luogo in cui è stato rinvenuto il corpo.

La Focardi, ex modella ed ex commessa, disoccupata da tempo, era scomparsa il 3 febbraio. Dall’autopsia sul cadavere sono stati rivelati dettagli molto cruenti riguardo alla morte, come lasciano intendere le fratture al cranio e alle costole che raccontano ultime istanti di forti percosse. La certezza sull’identità della vittima è arrivata solo grazie all’esame dell’impronta dentale e all’osservazione di una frattura a una caviglia.

Interrogata dagli agenti che si occupano delle indagini, la madre di Irene Focardi ha rivelato che la donna il 3 febbraio era uscita da casa dell’ex compagno per recarsi a un funerale di un vicino. Visibilmente scossa era poi ritornata dalla madre per poi assentarsi nuovamente al fine di andare a fare la spesa. Da quel momento la scomparsa.

Inizialmente vicini e famigliari non si sono preoccupati, a causa delle abitudini della donna, caduta in depressione e in preda all’alcolismo, per la qual non era insolito far perdere le proprie tracce per qualche giorno. I suoi cari hanno così ritenuto che si trattasse di un altro momento simile.

Di Martino viene descritto dalla madre di Irene come un uomo molto violento, che aveva percosso anche la precedente moglie e che aveva più volte minacciato Irene per farsi consegnare dei soldi. L’uomo respinge ogni accusa e nega di aver cenato insieme a Irene la sera della sua scomparsa.