La notte di Capodanno è stata piena di tensione a Monaco di Baviera per un presunto allarme terrorismo. La polizia temeva attentati kamikaze da parte di seguaci dell’Isis come da alcune segnalazioni di agenzie di “intelligence amiche” probabilmente francesi. Le informazioni parlavano di un “concreto rischio” di attentati durante la festa del Capodanno di Monaco. Immediatamente la Polizia ha fatto scattare l’emergenza attentati facendo evacuare la stazione centrale dei treni di monaco e quella del quartiere Pasing attraverso un’intervento delle forze speciali tedesche.

Infatti le informazioni riportate dagli organi di intelligence riportavano un probabile attacco terroristico suicida proprio in una delle due stazioni chiuse. Il capo della polizia ha dichiarato che i militanti potevano essere cinque o sei. 

“Sono felice che fino a questo momento nulla sia accaduto e spero che continui così” ha detto il ministro dell’interno Joachim Herrmann. La polizia sta dando la caccia a sette iracheni che vivono in città sospettati di voler colpire le due stazioni ferroviarie. I ricercati sono già noti alle forze dell’ordine del paese per fatti e segnalazioni riguardanti il fanatismo islamico.

Le stazioni sono state riaperte la mattina del 1 gennaio e la situazione è tornata alla normalità. Le notizie ufficiali sono state diffuse anche attraverso l’uso dei canali social ufficiali delle istituzioni e della polizia e consigliavano di “evitare gli assembramenti in centro città”.