Nuovo ultimatum dell’Isis che – come riportato dalla Cnn – nella notte fra mercoledì e giovedì ha diffuso un nuovo audio messaggio di cui le autorità giapponesi stanno ancora verificando l’autenticità.

Sono Kenji Goto Jogo – si sente nella voce registrata – e questo è un messaggio vocale che mi è stato detto di rivolgervi. Se Sajida al-Rishawi non sarà pronta per il rilascio in cambio della mia vita presso il confine turco al tramonto di giovedì 29 gennaio, ora di Mosul, il pilota giordano Muath al-Kasaesbeh sarà ucciso immediatamente”. Seppur letto dal reporter giapponese Jogo, l’ultimatum – diretto al governo di Amman – si riferirebbe quindi alla vita del pilota giordano Muath al-Kasaesbeh.

L’autenticità del messaggio (postato su YouTube e subito rimosso dai gestori del sito) deve ancora essere verificata, ma si tratterebbe di uno sviluppo all’ultimatum di martedì secondo cui il reporter e il pilota sarebbero stati uccisi entro le 24 ore se la Giordania non avesse accettato di rilasciare la terrorista Sajida al-Rishawi, condannata a morte per aver fatto parte del commando kamikaze che nel 2005, ad Amman, causò in tre differenti attacchi la morte di circa 60 persone.

Dopo le false piste, circolate ieri, riguardo l’avvenuto rilascio degli ostaggi in cambio della liberazione della jihadista irachena, ecco dunque la definitiva smentita, che segue quella del ministro degli Esteri giordano, Nasser Judeh, arrivata già ieri. Non è vero ha dichiarato il capo della diplomazia del regno hascemita in un tweet ripreso dai media locali. “Abbiamo detto fin dall’inizio che la sua scarcerazione (di Sajida Rishawi ) dipende dal rilascio di nostro pilota“, ha ribadito Judeh. “Abbiamo da tempo chiesto una prova sullo stato di salute e sull’incolumità del pilota, ma non ci hanno risposto“.

photo credit: koldo via photopin cc