L’ISIS ha confermato la morte del vice di Al Baghdadi. A confermare la morte del numero 2 dello Stato Islamico Fadhil Ahmad al-Hayali nelle scorse ore è stato il portavoce dell’autoproclamato califfato islamico Abu Mohammad al-Adnani in un messaggio audio.

La notizia è stata riportata anche dal Site, il sito diretto da Rita Katz che monitora le attività dei jihadisti sul web. Il portavoce dell’ISIS ha confermato che Fadhil Ahmad al-Hayali è rimasto ucciso in un raid compiuto dagli USA nel mese di agosto. La morte del numero due dell’ISIS nell’operazione militare era stata annunciata subito dopo il raid da Washington ma finora i vertici dello Stato Islamico non avevano confermato il decesso del leader.

Stando alle informazioni trapelate, Fadhil Ahmad al-Hayali, meglio conosciuto negli ambienti jihadisti come Haji Mutaz, è morto il 18 agosto. Il suo convoglio è stato colpito dagli americani nei pressi di Mosul, in territorio iracheno. Il leader jihadista non ha avuto scampo ed è morto a bordo dell’auto.

L’America gioisce per l’uccisione di Abu Mutaz al-Qurashi e la considera una grande vittoria, ha dichiarato Abu Mohamed al-Adnani. Io non lo voglio piangere, la sua unica volontà era di morire in nome di Allah.

Con la morte di Fadhil Ahmad al-Hayali, Al Baghdadi perde il suo braccio destro e l’ISIS si indebolisce ulteriormente. Il numero 2 aiutava infatti il califfo nella pianificazione delle operazioni militari in Iraq e in Siria e nel traffico di armi. L’uomo era stato inoltre messo a capo dei territori iracheni conquistati dal Califfato.

ISIS, nuove minacce agli USA: America verrà distrutta

A dispetto delle perdite causate dai numerosi raid delle forze anti-jihadiste i militanti dell’ISIS non si arrendono e proseguono la loro guerra contro l’Occidente e l’avanzata nei Paesi arabi. La conferma della morte del vice di Al Baghdadi è stata infatti accompagnata da nuovi messaggi di minacce contro il mondo occidentale. Il portavoce dell’autoproclamato califfato islamico Abu Mohammad al-Adnani ha scagliato una minaccia proprio contro gli USA, responsabili del raid in cui è rimasto ucciso Fadhil Ahmad al-Hayali:

L’America verrà distrutta e assaporerà la tragedia.