Allarme rosso sulla Stazione Spaziale Internazionale, a bordo della quale è presente anche l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti. Sembra che il segnale di pericolo sia scattato a causa di un problema alla pressione del refrigerante (così come riportato dalla Nasa sul suo account Twitter). Inizialmente la National Aeronautics and Space Administration non aveva voluto rilasciare alcun dettaglio su quanto accaduto; proprio per questo motivo si era ipotizzato che a bordo dell’Iss si fossero verificati una perdita oppure un malfunzionamento o peggio ancora un problema ai computer.

L’allarme è scattato alle 9:44 ore italiane ma tutti gli astronauti sono stati portati al sicuro. Il segmento americano della Stazione è stato isolato e gli occupanti si sono rifugiati in quello russo, così come confermato da Samantha Cristoforetti su Twitter, che ha anche rassicurato sulle buone condizioni di tutti.

Il modulo russo è attrezzato per avere tutto quanto possa essere utile in caso di emergenza, anche qualora questa possa protrarsi molto a lungo, così come sottolineato dal capo degli astronauti dell’Agenzia Europea, Frank De Winne. Gli astronauti vi si sono rifugiati e non hanno più necessità di indossare le maschere, dopo che alcuni controlli effettuati hanno rassicurato sul fatto che l’aria sia pulita.

Ad ogni modo il guasto sembra essere già stato localizzato – più esattamente, si troverebbe all’interno del circuito B del Nodo 2 – e i tecnici stanno intervenendo per risolverlo al più presto.