Allo sbocciare della primavera, fioriscono le idee in casa Miyake.

Se è la foresta, con i suoi colori e il suo lento mutare, ad avere ispirato l’ultima FW 2014 del designer giapponese, sono i ricorrenti capi Pleats Please il seme da cui germogliano i fiori ad opera del graphic designer Taku Satoch.

In bilico tra moda e design, la firma di Issey Miyake si unisce a quella del connazionale, compagno di avventure anche per 21_21 Design Sight a Tokyo, dando vita a fiori in tessuto che seguono il trend del plissé sviluppato nelle ultime collezioni.

Flowers born from  PLEATS PLEASE clothes” riassume così la collezione che si compone di camelie, tulipani giapponesi, pruni e papaveri. Fiori che sbocciano dai plissé ormai dismessi di nuove creazioni, andando a creare uniche componenti di design, perfette anche per posarsi delicatamente su abiti e accessori.

Un’idea innovativa ma anche delicata, proprio come i fiori che Taku Satoch ha creato per l’occasione e la collezione.
Un’idea che testimonia, in maniera limpida e chiara, la creatività senza confini che sta alla base di una delle maison orientali più sperimentali di sempre.

Se Issey Miyake ci ha da sempre abituato a tecniche uniche per la creazione dei suoi capi, è la “Flowers born from  PLEATS PLEASE clothes” che ci porta dentro un mondo inaspettato, fatto di accessori di design sofisticati.

PLEATS PLEASE - FLOWERS 2_Ume

PLEATS PLEASE - FLOWERS 4_Bara