Ci sarebbero state due esplosioni e alcuni spari all’aeroporto Ataturk di Istanbul, uno degli scali più importanti della Turchia. Stando alle prime informazioni, ci sarebbero molti feriti (il bilancio al momento è di 40) e potrebbe trattarsi di un attacco suicida: due uomini, infatti, si sarebbero fatti esplodere prima di passare i controlli di sicurezza. La Cnn turca riferisce che i colpi sarebbero stati esplosi da un’auto mentre i taxi sarebbero stati utilizzati come ambulanze per aiutare i feriti più gravi trasportandoli dall’aeroporto turco.

Istanbul, forse attacco suicida

Un testimone ha precisato che il rumore degli spari proveniva dal parcheggio dell’aeroporto Ataturk di Istanbul. Ad essere colpite diverse zone dello scalo, soprattutto il terminal dei voli internazionali. Intanto sono in azione le squadre speciali della polizia turca; alcuni voli sono stati cancellati, altri dirottati su altri aeroporti (Alitalia blocca un volo in partenza da Roma e diretto ad Istanbul, ndr). Chiusi tutti gli ingressi e le uscite dell’aeroporto; le autorità di telecomunicazioni turche avrebbero imposto il divieto di mostrare immagini della scena dell’attacco terroristico di oggi.

Istanbul, 40 feriti e 10 vittime

A confermare la notizia anche il sito internet del quotidiano israeliano Yedioth Ahronoth, l’agenzia Dogan e una fonte ufficiale turca citata dall’agenzia internazionale Reuters. 40 sarebbero i feriti mentre 10 le vittime; attivata sia l’Unità di crisi turca che quella della Farnesina. Il Ministro della Giustizia turco, Bekir Bozdag, poi, ha confermato che ci sarebbero almeno dieci morti: “I terroristi sono entrati nel terminal e hanno aperto il fuoco con i kalashnikov”. I terroristi, invece, sarebbero 3 anche se, secondo alcuni testimoni, ci sarebbe anche un quarto uomo: al momento non è dato a sapersi se siano stati uccisi tutti.

SkyTg24 parla di almeno 60 feriti:

https://twitter.com/SkyTG24/status/747893082302124032

(in aggiornamento)