L’Istat fa sapere che la produzione industriale italiana è cresciuta dell’1,1% nella media trimestre aprile-giugno rispetto al trimestre precedente, e anche a giugno 2017 rispetto al mese precedente. In generale la crescita è del 5,3% rispetto ad un anno fa.

Dopo un live calo a gennaio e una flessione congiunturale nel trimestre gennaio-marzo 2017, pari allo 0,2%, “continua la progressiva espansione tendenziale della produzione dell’industria iniziata da metà del 2016″, spiegano i portavoce di Istat.

In media, la produzione industriala fra gennaio e giugno 2017 è cresciuta del 2,2% rispetto allo stesso periodo del 2016. Nel dettaglio, nel mese di giugno rispetto a maggio crescono l’energia (+ 5,7%), i beni intermedi e i ben di consumo (+ 1,3%), mentre calano i beni strumentali dello 0,3%. Su base annua, invece, rispetto al 2016 sono saliti energia +9,8%, beni strumentali +5,1%, beni intermedi +4,0%.

Sul fronte dei comparti, a giugno 2017 maggior crescita tendenziale produzione di prodotti farmaceutici (+18,5%), fabbricazione mezzi di trasporto (+13,6%), fabbricazione coke e prodotti petroliferi raffinati (+12,1%) e fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (+10,8%). Cala invece il settore dell’industria del legno e della carta e stampa (-1,1%).