La crescita del Pil nel biennio 2015-2016 si sta rivelando migliore delle attese, secondo l’Istat. Il 2015 ha registrato un +1,0% contro lo 0,8% delle previsioni mentre il 2016 è confermato al +0,9%.

A trainare questi risultati positivi la spesa delle famiglie, che rispetto alle stime sono superiori: +2,0% contro 1,5% delle attese nel 2015 e 1,5% contro l’1,3% del 2016.

L‘indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche rispetto al Pil, pari al -2,5% nel 2016. Una revisione in peggioramento di un decimo di punto rispetto alle previsioni precedenti, quando l’Istat prevedeva un deficit del -2,4%.

La prestazione migliore è stata registrata nel 2015, rivela l’Istat, con una crescita del’1,0% contro lo 0,8% delle stime. Un grande incremento rispetto all’anno precedente la cui crescita si era fermata allo 0,1%. Meglio anche del 2016 con un comunque buon 0,9%. In calo la pressione fiscale, pari al 42,7% del Pil, contro la stima precedente di 42,9%.