È un’Italia divisa in due quella che si presenta oggi ai viaggiatori. A provocare la chiusura dell’autostrada A1 tra i caselli di Orvieto e Orte e a bloccare il passaggio dei treni della linea dell’alta velocità Roma-Firenze e di tutti i treni regionali Roma-Chiusi vi sono le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico.

Sì, perché dalle 11.30 gli artificieri dell’esercito faranno brillare una bomba sganciata dall’aviazione USA durante la Seconda Guerra Mondiale, che è poi stata ritrovata intatta nei pressi di Giove, un comune in provincia di Terni, proprio a pochi metri dell’autostrada e dalla linea ferroviaria.

Per motivi precauzionali è stata dunque prevista la chiusura del tratto autostradale relativo tra le 10.45 e le 13.30, mentre a partire dalle 11.30 verranno bloccati i treni che si trovano a passare per il tratto ferroviario; nell’orario delle operazioni è stato chiesto e ottenuto anche il divieto di sorvolo da parte di mezzi aerei.

Al fine di evitare intasamenti e disguidi ai bordi dell’autostrada è presente un massiccio contingente della Polizia Municipale supportata dalla Protezione Civile

La popolazione residente nell’arco di due km dal punto in cui si trova la bomba è già stata evacuata, in attesa che gli artificieri trasportino in sicurezza l’ordigno nei pressi della vicina cava di Amelia, dove l’ordigno verrà fatto brillare.