Svolta nelle indagini sull’uccisione di Pamela Canzonieri, la turista italiana assassinata in Brasile in circostanze misteriose. Le autorità brasiliane, infatti, hanno arrestato un uomo poiché ritenuto l’aguzzino della giovane ragusana, come riferito all’Ansa dal portavoce della polizia locale, Alberto Maraux. L’uomo, stando alle prime informazioni, sarebbe stato un vicino di casa della vittima con precedenti per traffico di droga. Ancora da accertare il motivo che avrebbe spinto l’uomo ad uccidere Pamela Canzonieri, una ragazza solare e piena di vita.

Alla fine l’uomo avrebbe confessato il delitto: “Non ricordo con precisione cosa è accaduto” ha detto.

Italiana strangolata, c’è un sospettato

“Dopo aver sentito alcuni testimoni ho ritenuto necessario chiederne ai pm la custodia cautelare in carcere” ha dichiarato il commissario che ha coordinato le indagini sulla morte della turista italiana strangolata in Brasile. In corso, però, ci sarebbero altri interrogatori visto che la dinamica dei fatti non sarebbe ancora del tutto chiara. A seguire le indagini anche il governo italiano con un addetto di polizia in loco oltre che gli inquirenti ragusani che hanno aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando il reato di omicidio volontario. Secondo l’autopsia, dunque, Pamela Canzonieri sarebbe morta per asfissia dopo essere stata strangolata a mani nude.

Italiana strangolata, la salma oggi in Italia

“Abbiamo lavorato moltissimo con le autorità brasiliane e i vertici della Farnesina hanno parlato continuamente con la famiglia Canzonieri” sono le parole del Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. La salma della vittima dovrebbe rientrare oggi in Italia. Ieri sera, invece, si è tenuta una fiaccolata a Ragusa.