Si continua ad indagare sulla tragica morte di Pamela Canzonieri, una 39enne ragusana trovata morta in Brasile dove lavorava come cameriera in un locale gestito da italiani. A dare l’allarme sono stati i suoi colleghi: quando la polizia brasiliana ha fatto irruzione nell’abitazione non c’era più niente da fare. Da accertare i motivi del decesso; inizialmente era stata diffusa la notizia secondo la quale in casa fossero state ritrovate sostanze stupefacenti. Circostanza poi smentita dal padre della vittima che, intervistato dall’emittente televisiva “Video Regione”, ha dichiarato: “Mia figlia non fumava né faceva uso di sostanze stupefacenti: quando veniva a Ragusa, stava chiusa in casa per giorni e giorni senza uscire”.

Italiana morta in Brasile, chi era Pamela Canzonieri

Una ragazza semplice, solare, che amava il suo lavoro e che si recava spesso in Brasile. Pamela Canzonieri non avrebbe avuto alcun motivo per togliersi la vita né avrebbe fatto uso di droghe. Una ragazza bella e pulita. Adesso, ad indagare sul suo decesso, sono sia la polizia brasiliana che quella di Ragusa: quest’ultima sta ascoltando amici e parenti della donna per far luce sulla sua vita privata. Stando alle prime informazioni trapelate, ci sarebbero alcuni sospetti su una donna: la pista privilegiata rimane quella dell’omicidio. L’unica sospettata del delitto avrebbe litigato con Pamela Canzonieri nei giorni precedenti alla sua morte.

Italiana morta, familiari apprendono notizia su Facebook

La famiglia ha appreso della morte di Pamela Canzonieri via Facebook grazie al post, in lingua portoghese, scritto da un’amica della vittima. Non riuscivano a credere ai loro occhi fino a quando non è arrivata la conferma dei carabinieri di Ragusa che, adesso, stanno collaborando con le autorità brasiliane per far luce su questa amara vicenda. A breve l’autopsia, poi il rimpatrio.