Grande preoccupazione per Marco Vallisa, un tecnico italiano di 53 anni, originario di Cadeo (provincia di Piacenza), che lavora in Libia e che da sabato mattina risulta non più reperibile. La Farnesina si sta già occupando del caso e ha avvisato i familiari dell’uomo.

L’uomo, specializzato nel settore delle costruzioni, sembra essere sparito insieme a due colleghi stranieri, dipendenti come lui della “Piacentini Costruzioni”, ditta di Modena. Si tratta del bosniaco Petar Matic e del macedone Emilio Gafuri, che insieme a Vallisa, avrebbero fatto perdere le proprie tracce da Zuwara, ovest della Libia. La loro auto di servizio è stata trovata parcheggiata di fronte casa, i loro cellulari risultano irraggiungibili ma al momento nessuna rivendicazione è stata fatta giungere.

Con la momentanea sparizione di Vallisa salgono a quattro gli italiani rapiti in varie zone del mondo. Gli altri tre, ricordiamo, sono Giovanni Lo Porto, Padre Dall’Oglio e Gianluca Salviato.