Vincenzo Costanzo era scomparso il 24 gennaio a San Josè in circostanze misteriose. Ieri è stato ritrovato nella periferia della capitale costaricana, così come riferito dalla famiglia orginaria di Bari. La vittima viveva sull’isola da 25 anni, aveva due figli e aveva costruito un hotel e alcune farmacie (poi cedute). Non è ancora chiaro cosa possa essere successo anche se sembra essere confermato che si sia trattato di un omicidio.

Italiano ucciso, l’ultimo messaggio della vittima

Il riconoscimento del cadavere dell’italiano scomparso in Costa Rica è stato fatto grazie ai due tatuaggi che aveva sugli avambracci. “Sto ancora aspettando, oggi vado nella Capitale, domani dovrei partire. Sembra che questa cosa si chiuda, sempre sul filo del rasoio. Non ho chiamato nessuno e sono un po’ esaurito, ti faccio sapere presto”, questo il contenuto dell’ultimo audio inviato su Whatsapp alla sorella che vive a Bari. In quelle ore l’imprenditore stava partendo per la capitale San Josè.

Italiano ucciso, al via le indagini

Gli inquirenti dovranno far luce sul tragico accaduto individuando anzitutto un movente e subito l’autore (o gli autori) del delitto. Non si esclude nessuna pista anche se, probabilmente, tra le più accreditate potrebbe esserci quella legata alla sua vita professionale, ai suoi affari.