Per la sua prima volta nel mondo del menswear Ivano Triolo fa ciò che gli riesce meglio.

E così, a venire portati in scena per la SS 2014, sono capi che uniscono lo studio sartoriale ad una raffinata ricerca di linee mai banali.

Indiscussi protagonisti della collezione sono, ancora una volta, i materiali: che si tratti di nappa di agnello o di pitone, al designer di origini siciliane poco importa. La materia, sotto la guida delle sue mani esperte, prende forma e dona vita a capi ricercati.

Nascono così chiodi con metalleria a vista e bomber dai dettagli di pitone specchiato, per una collezione dalla identità forte e decisa anche nelle nuances scelte.

Nonostante si tratti infatti di una linea pensata per l’estate, la palette cromatica si fa nera come il più cupo degli inverni.

Non mancano però veri e proprio lampi di luce argentea capaci di rischiarare il più dark dei capi, senza per questo far venire meno quell’allure glam rock che anima l’intera la collezione.

La SS 2014 firmata Ivano Triolo si presenta così come specchio fedele della mente creativa da cui muove le fila, risultando proprio per questo vera, convincente e in piena sintonia con la linea femminile che porta la stessa firma.

E poco importa se a tratti risulta tanto forte ed eccessiva. D’altra parte è proprio l’audacia nel rimanere fedele a sé stessi che ha reso grandi molti designers.

Non deve allora stupire se Ivano Triolo sia considerato molto di più che una semplice promessa.