E’ stato arrestato il ‘Jack lo squartatore cinese’. Gao Chengyong, 52 anni, è ritenuto responsabile dell’omicidio di 11 giovani donne avvenuti tra il 1988 ed il 2002 nella provincia nord-occidentale del Gansu.

Gao, padre di due figli, è stato arrestato all’interno del suo negozio di alimentari e secondo quanto hanno riferito fonti della polizia a media locali, avrebbe già confessato.

Il serial killer sceglieva come sue vittime giovani donne vestite di rosso, che seguiva fino a casa per poi violentarle ed ammazzarle, in molte occasioni con una coltellata alla gola, ed infine mutilando i loro corpi, di cui conservava gli organi genitali.

Per queste ragioni è stato ribattezzato ‘Jack lo squartatore cinese’, in associazione con il killer di prostitute in azione nella Londra di fine ’800.

La vittima più giovane aveva appena 8 anni. La polizia è risalita a Gao Chengyong per puro caso. La polizia ha notato che il dna di un membro della famiglia Chengyong, arrestato per un reato minore, era quasi identico a quello del serial killer ricercato da decenni.

Successivamente, gli inquirenti hanno sottoposto ad esame del dna i Chengyong, fino ad arrivare a quello del serial killer.