“Rockstar Jon Bon Jovi (John Francis Bongiovi, Jr) was pronounced dead today after paramedics found him in a coma at his Empress Hotel”, “La rockstar Jon Bon Jovi è stata dichiarata morta oggi dopo che i paramedici l’hanno trovato in coma presso l’Empress Hotel, della città di Asbury Park in New Jersey”, queste le parole del Daily New Blog International.

La notizia per fortuna è però un grande buco nell’acqua, una bufala come tante. L’articolo in effetti dimostrava sin da subito alcune stranezze, per esempio all’inizio si parla di un malore del cantante presso l’Hotel Empire, ma la chiamata al pronto intervento, secondo i paramedici, è partita dalla casa di Bon Jovi, e chi avrebbe dovuto telefonare? Inoltre si parla un Bon Jovi esanime all’arrivo in pronto soccorso dove avrebbe subito un massaggio cardiaco, successive dichiarazioni fornite dai pompieri parlano invece di un arresto cardiaco precedente all’arrivo in ospedale.

E, come se non bastasse, i vigili del fuoco avrebbero raccontato la storia al “Times“, londinese, ma che senso avrebbe comunicare con un giornale di Londra piuttosto che con un più “classico” “New York Post“?

A chiarire il mistero ci ha pensato proprio lui, Jon Bon Jovi, sulla sua pagina di Twitter e Facebook dove, attraverso una foto “stile rapimento” con tanto di biglietto e albero di Natale alle spalle, commenta: “‎”Heaven looks a lot like New Jersey” -jbj. Rest assured that Jon is alive and well! This photo was just taken”, ovvero “”Il paradiso assomiglia davvero molto al New Jersey” – jbj. State tranquilli che Jon è vivo e vegeto! Questa foto è appena stata scattata”.

Ora che il mistero si è risolto, gli auguriamo un Buon Natale.