Jonathan William Anderson, il designer di origini irlandesi che ha fatto del mix tra punk e preppy il marchio di fabbrica del proprio stile, si presta per una seconda collaborazione con Topshop.

Il colosso made in UK ha infatti presentato lo scorso 15 febbraio la nuova capsule collection firmata JW Anderson.

Dal mood inconfondibile, la collezione si compone di una quarantina di capi che si propongo come continuazione della prima linea presentata solo poco tempo fa.

Tra kilt e shorts si insinuano longuette dalle fantasie geometriche. Il tutto sempre abbinato a una maglieria giocosa, dove fanno capolino cuori, rondini e sagome di macchine.

Tanta vernice per il trench e la bag monospalla, quasi per prepararsi ai temporali primaverili che vedranno sfilare i capi di questa capsule collection.

Una collezione spensierata e punk allo stesso tempo, che ben rappresenta lo stile del designer e il mood di Topshop.

La catena inglese da sempre infatti propone linee attuali, capaci di anticipare e dettare le mode.

Spesso avvalendosi di talentuosi stilisti, di professione e non.

Come infatti dimenticare le collezioni firmate Kate Moss?

La top model più celebre di tutto il Regno Unito fece il suo debutto come designer per Topshop diverse stagioni fa, replicando l’iniziale successo in tutte le successive linee che firmò.

Ora però, con la capsule collection disponibile anche sul sito dello store, la scena è tutta per JW Anderson.