Giornata di terrore a Kabul dove l’università americana è stata attaccata con colpi di arma da fuoco ed esplosioni, come riferiscono la Cbs e alcuni media locali. Secondo le prime indiscrezioni, ad aprire il fuoco sarebbe stato un commando di soli uomini che avrebbe fatto irruzione nell’ateneo seminando il panico tra gli studenti e i docenti presenti. Molti di loro, infatti, sono rimasti intrappolati nel campus: ci sarebbero morti e feriti ma le notizie continuano ad essere frammentarie. Alcuni studenti sarebbero riusciti a fuggire mentre Emergency ha fatto sapere che diversi feriti sarebbero già arrivati nei loro ospedali per le cure del caso.

Kabul, 7 morti e 20 feriti

Il bilancio provvisorio è di 20 feriti ma alcune fonti riferiscono addirittura di 7 morti. I testimoni parlano di “forti esplosioni” e “colpi d’arma da fuoco”: “La nostra classe è piena di fumo e polvere” hanno dichiarato alcuni studenti all’agenzia Afp. “Siamo intrappolati qui dentro e siamo molto spaventati”. E ancora: “Io insieme ad alcuni amici siamo riusciti a scappare ma diversi fra i miei amici studenti e insegnanti sono bloccati all’interno”.

Kabul, college americano con 1.700 studenti

Il college americano – aperto nel 2006 a Kabul – conta almeno 1.700 studenti. Un attacco, quello di oggi, che è stato messo a segno dopo il sequestro di due professori dell’università, un americano e un australiano.