Quattordici  vittime, nove feriti e 54 ostaggi liberati, questo il bilancio dell’attacco ad un residence frequentato da stranieri a Kabul, capitale dell’Afghanistan. La notizia, diffusa dalla tv indiana Cnn-Ibn, secondo cui tra i 9 stranieri rimasti uccisi vi sarebbe anche un italiano è stata da poco confermata dalla Farnesina. Tra le vittime anche un cittadino statunitense e quattro indiani. L’attacco è avvenuto alla guesthouse Park Palace, nel quartiere di Shahr-e-Naw. Nell’edificio era in corso un concerto di musica afghana a cui assistevano decine di persone.

I commando avrebbero fatto irruzione nel residence e preso in ostaggio una cinquantina di persone. Secondo i testimoni, gli uomini del commando, che sono stati uccisi dalla polizia prima che si facessero esplodere, andavano stanza per stanza in cerca degli stranieri. Le forze antiterrorismo hanno immediatamente circondato l’edificio della guesthouse e bloccato le strade limitrofe. Testimoni riferiscono di sporadici colpi d’arma da fuoco e di almeno due esplosioni. L’assedio è durato circa sette ore, al termine delle quali i corpi speciali hanno neutralizzato i tre attentatori.

Secondo alcuni testimoni, al momento dell’attacco le persone che si trovavano nell’edificio erano almeno 80-100. Una delle vittime è un cittadino americano, come confermato dall’ambasciata Usa: “Possiamo confermare le informazioni secondo le quali un cittadino americano è stato ucciso nell’attacco al residence di Kabul“, ha detto la portavoce dell’ambasciata Monica Cummings. Fra le altre vittime dell’attacco anche cittadini indiani, come ha reso noto il ministero degli Esteri indiano: “Secondo le nostre informazioni, due indiani sono morti, un altro è disperso, altri due sono in salvo“.

Il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, in una email inviata ai media ha riferito che il gruppo ha preso di mira il residence perché frequentato da stranieri, tra cui americani. “È stata una missione suicida di uno dei nostri combattenti: l’attacco è stato accuratamente pianificato contro una festa a cui partecipavano persone importanti, tra ioquali americani”, hanno fatto sapere i talebani in un comunicato.

photo credit: 081227-F-5618N-002 via photopin (license)