Kaos è stato uno dei simboli del terremoto di Amatrice. Il pastore tedesco aveva partecipato ai soccorsi insieme al suo addestratore per salvare le vite umane e proprio un uomo gli ha tolto la vita avvelenandolo. Non solo il terremoto del Centro Italia ma Kaos è stato protagonista di salvataggi a l’Aquila e anche nella tragica slavina che ha colpito Rigopiano. È stato il suo addestratore, l’aquilano Fabiano Ettorre, a ritrovare l’animale morto nel giardino della sua casa a Sant’Eusanio Forconese, un piccolo comune in provvida dell’Aquila.

L’uomo ha dedicato due post al suo amico a quattro zampe, pubblicando prima la foto del cane morto e dedicando parole di odio a chi lo ha ucciso:

Tu persona di merda spero non potrai avere pace finché vivrai .. mi hai tolto la cosa più preziosa e che Dio la.possa togliere a te devi morire tu avvelenato …. lo hai tolto ad una comunità intera… si perché lui ha salvato vite spero che non ne avrai mai bisogno … corri amico mio cerca ora dispersi lassù… nel.mio cuore sempre

In un secondo post video invece scrive:

Ciao amico mio !!!!! Hai lasciato un vuoto incolmabile per mano di una persona meschina .. continua il tuo lavoro lassù continua a cercare dispersi, a salvare vite umane… Non provare odio per chi ti ha fatto ciò, anzi se un domani avrà bisogno aiutalo sii superiore e quanto ti guarderà negli occhi e vedrà che sei tu il suo Salvatore morirà lentamente da solo…. Kaos ne abbiamo.viste tante … aiutati tanti e tanti non ci siamo riusciti… hai lavorato giorno e notte, quando è servito non ti sei mai risparmiato .. sei stato un amico fedele abbiamo condiviso e diviso casa.. divano .. tutto .. corri amico mio corri non ti fermare un giorno ci abbracceremo nuovamente

Rinaldo Sidoli, responsabile comunicazione della onlus Animalisti Italiani, parlando della morte per avvelenamento del pastore tedesco che aveva partecipato ai soccorsi del dopo sisma dice: “Hanno ucciso il cane eroe di Amatrice, Norcia e Campotosto. Kaos salvava gli umani, gli stessi umani che lo hanno avvelenato. Presenteremo una denuncia. Chiederemo inoltre al Governo una legge che che vieti la vendita ed il commercio di veleni e fitofarmaci, se non con ricetta che renda rintracciabile chi li compra”.

Addio Kaos, grazie per tutto.