Sono passati alcuni giorni dal probabile suicidio di Jacintha Saldanha, l’infermiera di Kate Middleton vittima dello scherzo di Mel Greig e Michael Christiane, i due conduttori radiofonici australiani che si erano finti i coniugi sovrani per strappare qualche informazione sulle condizioni di salute della Duchessa di Cambridge, eppure la notizia è una ferita ancora aperta.  I due deejay hanno deciso di rompere il silenzio ed apparire in televisione nella trasmissione australiana ‘A Current Affair’: affranti e colmi di sensi di colpa,  non riescono a trattenere le lacrime.

Intervistati dalla reporter Clare Brady, i due hanno raccontato di aver avuto l’idea dello scherzo durante una riunione in cui erano stati quasi presi in giro dai colleghi che non credevano assolutamente nella buona riuscita della telefonata. “L’idea non era di raggiungere telefonicamente Kate, né di parlare con una infermiera: lo scherzo era far sentire i nostri orribili accenti e tutto doveva finire lì“, ha dichiarato il conduttore spiegando che la decisione di mandare in onda la conversazione con la Saldanha è stata presa dai responsabili della radio. L’amministratore delegato della compagnia Southern Cross Austereo proprietaria dell’emittente, Rhys Holleran, venuto a conoscenza della tragedia, ha sempre difeso i due ragazzi insistendo sul fatto che il loro scherzo non aveva assolutamente violato alcuna legge.

Non passa minuto in cui non pensiamo ai suoi familiari e al momento difficile che stanno passando – ha detto Greig - il pensiero che possiamo aver avuto un ruolo in questa tragedia è devastante. Vorrei contattare i familiari di quella donna, dare loro un grande abbraccio e scusarmi. Spero che stiano bene“. Christiane aggiunge “Mi sento distrutto, a pezzi, desolato. Non posso che porgere le mie più sentite condoglianze ai parenti e amici di Jacintha“.