L’espressione inglese Keep Calm è oggi sulla bocca di tutti e onnipresente su social, magliette, poster, cover e screensaver, ma qual è il suo reale significato?

La sua origine risale al 1939 con lo slogan “Keep Calm and Carry On” (“Mantieni la calma e vai avanti”), finalizzato a mantenere alto il morale degli inglesi durante la seconda guerra mondiale. Dato il clima di grande tensione, l’allora ministro dell’Informazione britannico ritenne infatti opportuno avviare una campagna per invitare i cittadini a mantenere la calma e continuare a condurre le proprie vite senza farsi prendere dal panico. Furono quindi stampati diversi manifesti, ma quello che ebbe più successo fu proprio quello recante lo slogan “Keep Calm and Carry On”, fatto di parole semplici ma d’effetto. Ne furono stampati 2 milioni e mezzo di copie e, una volta terminata la guerra, furono in molti a cimentarsi nella creazione di nuovi slogan ad esso ispirato, mantenendo invariata la formula “Keep calm and…”.

A onor del vero, la riscoperta ed enorme diffusione del motto (oggi tra i poster motivazionali più famosi al mondo), risale ai primi anni 2000, quando, nel nord dell’Inghilterra, i proprietari di una libreria di seconda mano trovano in una scatola piena di libri uno di quei vecchi manifesti. Non ne conoscono la storia, ma rimangono colpiti dalla grafica e decidono di appenderlo in negozio. I clienti lo notano immediatamente e chiedono di acquistarne una copia. Da qui l’idea di Stuart e Mary Manley di avviare la vendita online di alcune riproduzioni del manifesto. Il successo è inarrestabile, tanto che nel 2005 giungono a ricevere fino a 1000 ordini al giorni. Da allora il poster ha fatto il giro del mondo e lo slogan è divenuto tra i preferiti della rete, declinato in decine e decine di differenti varianti: “Keep calm and think positive”, “Keep calm and be cool”, “Keep calm and smile”, “Keep calm and just relax”, ma anche “ I can’t keep calm, I’m getting married”, “I can’t keep calm, I’m going to be a daddy” e cos’ via.