Kuki Gallmann, scrittrice italiana di “Sognavo l’Africa”, è stata ferita a colpi di arma da fuoco mentre si trovava a circa 300 chilometri da Nairobi. A colpirla sarebbe stato un gruppo di pastori che ha invaso la sua tenuta in cerca di pascoli. La Gallmann, stando alle prime informazioni trapelate, stava pattugliando il ranch col suo autista quando, all’improvviso, è stata raggiunta da un colpo di pistola allo stomaco.

Kenya, a sparare è stato un gruppo di pastori

La donna è stata portata dal suo autista all’aeroporto di Laikipia dove è stata trasferita d’urgenza, e a bordo di un aereo, all’ospedale di Nairobi. Le sue condizioni di salute sarebbero gravi. Intanto il vicepresidente dell’associazione dei contadini di Laikipia, Richard Constant, ha fatto sapere che a sparare sarebbero stati i pastori di una comunità che, in passato, avevano già fatto irruzione nella tenuta della scrittrice italiana, nota per essere diventata una paladina nella difesa delle specie animali africane in pericolo (la sua dimora, infatti, è stata trasformata in un “santuario” per gli animali, ndr).

Kenya, Gallmann ha scritto “Sognavo l’Africa”

Kuki Gallmann, nata a Treviso nel 1943, ha scritto diversi libri tra cui “Sognavo l’Africa” del 1991; “Notti africane” del 1994; “Il colore del vento” del 1995; “La notte dei leoni” del 1998 fino all’ultimo, più recente, “Elefanti in giardino” datato 2001.