Un turista italiano, che si trovava in Kenya in vacanza, è morto calpestato da un elefante all’interno del parco nazionale Tsavo dove il 66enne stava scattando una foto all’animale. A riferirlo è la polizia locale per bocca del capo delle forze dell’ordine del Malindi, Muchangi Mutawa; anche la Farnesina ha confermato il decesso dell’uomo. L’ambasciata italiana a Nairobi, intanto, attraverso il console onorario a Malindi, sta seguendo da vicino la vicenda ed è già in contatto con la famiglia della vittima per fornire l’assistenza necessaria al fine di far rientrare la salma in Italia già nelle prossime ore.

Il turista stava scattando una foto all’elefante

“E’ stato attaccato non lontano dalla tenda, stava fotografando l’animale” ha fatto sapere un poliziotto alla France Presse. Una fine atroce, dunque, per un uomo che – in vacanza – stava visitando il Kenya, ammirando da vicino gli elefanti, attrazione per milioni di turisti ogni anno. Il 66enne, dunque, prima sarebbe rimasto gravemente ferito – poiché travolto dall’elefante – poi sarebbe stato trasportato, d’urgenza, in ospedale. Ma non c’era più niente da fare, l’animale lo aveva ucciso quasi sul colpo.

Elefante uccide turista italiano, conferma la Farnesina

Il fatto è avvenuto nel campo di Swara, nel parco nazionale Tsavo, in Kenya.