Anthony Rapp, noto per il personaggio di Paul Stamets in “Star Trek Discovery”, ha dichiarato che la star di “House of Cards”, Kevin Spacey, l’avrebbe molestato sessualmente nel lontano 1986 quando aveva soltanto 14 anni. Immediate le scuse di Spacey, che all’epoca dei fatti aveva 24 anni, il quale ne ha approfittato per fare coming out. “Ho molto rispetto e ammirazione per Rapp. Sono pieno di orrore nell’apprendere questa vicenda. Io, in tutta sincerità, non ricordo quest’episodio che si sarebbe verificato oltre 30 anni fa. Me se mi sono comportato come lui racconta, gli devo le mie più sincere scuse per un comportamento inappropriato, da ubriaco. Mi scuso con lui per le conseguenze che dice di aver avuto, nel suo animo, per tutti questi anni” ha scritto in un lungo post.

Poi il protagonista di “House of Cards” fa coming out: “So che ci sono parecchie storie che girano su di me: alcune sono state alimentate dalla privacy che ho voluto sempre mantenere sulla mia vita. Come coloro che mi sono più vicini già sanno, nella mia vita ho avuto relazioni sia con uomini che con donne. Ho amato e avuto rapporti amorosi con uomini in tutta la mia vita. E ho scelto ora di vivere la mia omosessualità”.