Quello che sta accadendo in Corea del Nord è un vero e proprio mistero. Il dittatore Kim Jong-un (31 anni) non si vede in pubblico dal 3 settembre, quando partecipò a un concerto con la moglie, la ballerina e cantante Ri Sol Ju, perchè sarebbe malato.

Settimana scorsa l’Assemblea Popolare, il parlamento della Nord Corea, si è riunito senza di lui. Da quando ha ereditato il paese dal padre nel 2011 è la prima volta che Kim Jong-un non si presenta a una riunione del Parlamento.

Le autorità di Pyongyang non avevano ancora commentato la sua assenza, ma dopo che l’agenzia di stampa cinese “Xinhua” aveva mostrato le immagini dell’assemblea girate dalle telecamere della “Korean Central Television” in cui si vedeva la sedia vuota del dittatore, la tv di Stato ha fatto sapere che “Kim Jong-un è indisposto”.

Il dittatore nelle ultime apparizioni zoppicava, poi la sua passione per dolci e formaggio e la tendenza a mangiare e bere troppo ha portato tutte le voci a focalizzarsi sulla gotta, “La malattia dei re” perché associata a un’alimentazione ricca e al forte consumo di bevande alcoliche (che potevano permettersi solo individui delle classi sociali elevate). Ne soffrì Enrico VIII. È un disturbo di cui hanno sofferto anche altri membri della sua famiglia. Il numero uno del regime dovrebbe soffrire anche di diabete e di pressione alta.

Jong-un, eccentrico dittatore nordcoreano, ha continuato la politica isolazionistica di suo padre e suo nonno, nel febbraio del 2013 ha ordinato il terzo test nucleare della Corea del Nord, odiato da diverse nazioni non è amato neanche in Cina specialmente da quando fece uccidere Jang Song-thaek, suo zio, denudandolo e facendolo sbranare da dei cani, considerato un ammiratore del regime di Pechino.

photo credit: Prachatai via photopin cc