È il film più applaudito dalla stampa quello di Kim Ki-duk, regista e sceneggiatore sudkoreano, che torna alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2012 dopo 8 anni quando vinse il Leone d’Argento – Premio Speciale alla Regia con la pellicola ‘Ferro 3- la casa vuota’.

La pellicola di quest’anno si intitola ‘Pietà’ e racconta la storia di Kang-do, interpretato da Lee Jung-jin, lo scagnozzo di un usuraio senza scrupoli cui compito è recuperare i debiti accumulati da gente povera utilizzando ogni mezzo.

Solo l’incontro con Mi-sun, interpretata da Cho Min-soo, potrebbe cambiargli la vita.

La donna cerca infatti di convincere il ragazzo di essere la sua vera madre e tenterà di aiutarlo a cambiare stile di vita.

“Senza ‘Arirang’ non sarebbe esistito ‘Pietà’, film che rappresenta un nuovo inizio nel percorso della mia carriera”, parla così Kim Ki-duk in merito a questo film che sembrerebbe rappresentare un vero punto di svolta.

In Italia il film arriverà il 14 settembre attraverso la Good Films.