Krizia è stata venduta ai cinesi della Shenzen Marisfrolg Fashion. Lo rende noto, in un comunicato apparso sul suo sito web, la fondatrice del marchio, Mariuccia Mandelli: “La nuova proprietà porterà Krizia a raggiungere nuovi successi nel mondo”. Già, ma sarà l’ennesima perdita per l’Italia (CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’).

La nuova casa di Krizia, nata nel 1993, prevede che nei prossimi 5 anni saranno aperte nuove boutique di Krizia a Pechino, Shanghai, Guangzhou, Shenzen e Chengdu e di inaugurare di nuovo i punti vendita Krizia nelle più importanti città in Europa, Giappone e Usa.

La formalizzazione dell’accordo avverrà ad Aprile e la fondatrice dell’azienda asiatica Zhu CongYun ricoprirà il ruolo di presidente del board e di direttore creativo della casa di moda. Le due aziende però precisano che “in questa fase non desiderano rilasciare dettagli sulla transazione”.

Il debutto della sua prima collezione sarà tra un anno esatto, a Milano Moda Donna in programma nel febbraio del 2015.

La Mandelli ha spiegato di essere “felice di aver incontrato Mrs. Zhu, con cui mi sono trovata subito in profonda sintonia. Penso che abbia la forza e il talento per continuare al meglio il nostro lavoro e portare Krizia a nuovi successi nel mondo”.

Allo stesso tempo, Zhu spiega di essere una “grande ammiratrice del lavoro di Mariuccia Mandelli e davvero orgogliosa di prenderne l’eredità. Voglio dare continuità allo stile di Krizia, con collezioni tutte made in Italy”. Per questo, conclude, “sono decisa a rafforzare il mito di Krizia nel mondo, seguendone lo stile e ripetendone i grandi successi” (foto by InfoPhoto).