Genova si dimostra ancora una volta un’eccellenza del settore della nautica.

Questa volta infatti a permetterle di distinguersi è la camera iperbarica realizzata dalla Drafinsub, azienda genovese specializzata in interventi subacquei, che ha ideato e realizzato la ‘Raffaella Diving System’, un impianto in grado di ospitare quattro divers che possono vivere all’interno della cabina anche per qualche settimana.

Questo sistema, come spiega lo stesso Amministratore Delegato Drafinsub, Gianluca Passeri, è frutto di un lavoro di tre anni che ha permesso di creare “ software di gestione molto avanzati che gestiscono tutta la parte di pressione, analisi, sicurezza e antincendio”.

“Utilizzando questo sistema – spiega – si possono fare tutte quelle operazioni che prevedono tempi molto lunghi di decompressione. Grazie a questo impianto la decompressione viene fatta tutta a fine cantiere”.

Dove potrà essere utilizzato questo sistema?

L’AD risponde portando l’esempio della Costa Concordia dove, spiega “ci saranno parecchie ore di lavoro subacque che, con un impianto di questo tipo permetterebbe di ottimizzare i tempi e aumentare la sicurezza”.