Choc a Vercelli dove tre maestre di scuola per l’infanzia sono finite agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti su bambini. Secondo gli investigatori, avrebbero insultato, picchiato e strattonato i loro piccoli allievi trascinandoli persino per terra. Punizioni esagerate e umiliazioni continue nei confronti dei bambini che si sarebbero ripetute per almeno 52 volte (questi gli episodi accertati dalla Squadra Mobile).  È agghiacciante quello che emerge dall’operazione “Tutti giù per terra” che è scattata lo scorso maggio a seguito della denuncia di una madre. Solo grazie alle telecamere nascoste, installate nella scuola di Vercelli, è stato possibile incastrare le tre maestre violente, ora ai domiciliari.

Le telecamere sono state installate nelle aule didattiche, nel corridoio, in mesa e nella palestra della scuola: sono emersi almeno 52 episodi di maltrattamenti (20 quelli ritenuti più gravi da chi indaga). La Squadra Mobile non ha più voluto attendere – vista la gravità dei reati commessi – ed è intervenuta ponendo fino a quest’incubo per i piccoli allievi della scuola per l’infanzia di Vercelli.

Le tre maestre nei prossimi giorni verranno interrogate dal giudice per le indagini preliminari mentre già nelle prossime ore potrebbero essere sentiti i genitori delle vittime così da capire cosa accadeva da tempo in quelle classi del terrore.