Kim Jong-un ha lanciato un nuovo missile balistico di tipo Scud che avrebbe coperto la distanza di circa 450 chilometri. Questa, dunque, la risposta della Corea del Nord al G7, il summit che ha riunito i sette grandi leader del mondo tra cui il presidente americano Donald Trump che non ha raggiunto un accordo sul clima e cha lasciato anzitempo Taormina.

Corea del Nord, missile caduto nel Mar del Giappone

Secondo il portavoce del governo giapponese, il missile lanciato dalla Corea del Nord sarebbe caduto nel Mar del Giappone mentre gli Stati Uniti, stando alle ultime rivelazioni dei media americani, avrebbero inviato una terza portaerei nel Pacifico occidentale. C’è vento di guerra.

Corea del Nord, Trump è stato informato

“Il governo ne è a conoscenza, il presidente Trump è stato informato”, questo è il commento della Casa Bianca. Il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-In, invece, ha già convocato una riunione urgente del consiglio nazionale per la sicurezza così da fare il punto della situazione e decidere che azioni intraprendere.

Il lancio del missile balistico è il nono dall’inizio dell’anno. Kim Jong-un, dunque, agisce in totale autonomia, senza fare i conti con i richiami dell’Onu né degli Usa che, da tempo, lo hanno invitato a rinunciare al programma nucleare.