Jessica Cox è una vera e propria forza della natura. Ha trentadue anni e, pur essendo nata senza braccia, non si è mai arresa e ha fatto del suo handicap un vero e proprio punto di forza a tutti gli effetti. Da piccola usava le protesi però, con il passare degli anni, ha capito di poter effettuare qualsiasi movimento usando gli arti inferiori e sfruttando perciò i piedi al posto delle mani, così come lei stessa ha spiegato:

“Non c’è nulla che possa sostituire l’abilità tattile di carne e ossa e i miei piedi avevano quell’abilità“.

Con questa enorme forza di coraggio Jessica ha così imparato a guidare, usare il computer, suonare il pianoforte, ma il suo traguardo più grande lo ha raggiunto ottenendo addirittura la licenza di pilota risultando la prima donna senza braccia ad arrivare fino a tanto:

“Mi ci sono voluti 3 anni, 3 diversi aeroplani, 3 istruttori, 80 ore di volo e sono diventata pilota”.

A dimostrazione che non esistono limiti, se non quelli mentali, la Cox oltre che pilota è diventata anche cintura nera di Taekwondo, cosa mai successa in America per una donna senza arti superiori. Orgogliosa dei suoi obiettivi raggiunti, Jessica si ritiene quindi a tutti gli effetti una persona indipendente a dispetto del suo grave handicap:

“Le persone pensano che non avere le braccia sia un limite per me. Ma io continuerò a dimostrare loro che si sbagliano. A tre anni facevo ginnastica, a sei ho iniziato a prendere lezioni di tip tap, a cinque anni ho imparato a nuotare, a dieci anni ho preso lezioni di Tae Kwon Do. Sono indipendente, l’unica cosa per cui ho bisogno di aiuto è quando devo sistemarmi i capelli. Mio marito ha imparato a farmi alcune acconciature”.