La ricerca scientifica e universitaria vengono finanziate con 450.000 euro stanziati dalla Suzuki Foundation.

31 sono i progetti, tra questi 30 sono quelli legati alla ricerca scientifica e si sviluppano in sette ambiti differenti di applicazione, tra cui la produzione, il risparmio energetico, i materiali, l’elettronica e informatica, l’ingegneria umana, la robotica, la misurazione, il controllo e l’analisi, il tutto per un finanziamento di circa 280.000 euro.

I progetti più importanti e rilevanti verranno poi sostenuti per due anni.

Grazie a quest’attenzione posta da parte della Suzuki Foundation, nel corso degli ultimi 9 anni, sono stati finanziati 13 progetti di ricerca tra cui il progetto ‘Ricerche di Base per lo Sviluppo di Materiali con Nuovi Elettrodi per le Batterie al Litio-Aria grazie al Controllo di Aggregazione delle Nanoparticelle’.

Questo progetto ha l’obiettivo di creare nuovi materiali partendo proprio dal composto calce-allumina di solito utilizzato per le batterie litio-aria, che servirebbe per ridurre il riscaldamento globale e controllare l’inquinamento atmosferico. Per questo progetto, sono stati stanziati 86.000 euro.

Molti sono anche i finanziamenti riservati ai convegni, alle sovvenzioni per i ricercatori giapponesi in occasione dei vari incontri internazionali, ma anche per l’Università di Tecnologia ed Economia di Budapest, per un totale di circa 80.000 euro.