Secondo April Adams, una squillo di New York, gli uomini decidono di pagare una donna per fare sesso perché non vogliono che il loro matrimonio vada a monte. E spiega nei dettagli il perché in una lettera in cui si rivolge alla moglie di un suo presunto cliente e che è stata pubblicata sull’edizione americana di Vice.

“Permettimi una domanda: quando è stata l’ultima volta che avete fatto sesso tre volte in una settimana? -esordisce la squillo nella sua lettera- E quando è stata l’ultima volta che se ne è lamentato? Non pensi che forse abbia deciso di toglierti la gestione del problema dalle mani e metterla nelle mie? La buona notizia è che se tuo marito viene a cercare me, vuole rimanere con te. Sta andando a cercare surrogati di affetto facendo meno casino possibile. Prova a immaginare cosa succederebbe se al mio posto ci fosse la baby-sitter, la vicina, la tua migliore amica. La lista potrebbe essere infinita, ma hai capito cosa voglio dire.”.

La difesa dei mariti fedifraghi poi, continua:

“Forse non vuoi semplicemente che lui venga a letto con me. E allora te lo richiedo: quando è stata l’ultima volta che avete fatto sesso tre volte in una settimana?Non voglio dire che renderlo felice sia il tuo lavoro. Sto dicendo che forse tu non hai voglia di andarci a letto così spesso. Sei piena di cose da fare, o stressata e lui non si preoccupa più del tuo piacere come un tempo. Lo capisco, non si preoccupa nemmeno del mio, questo è certo. Questo è il punto.”

E poi arrivano le conclusioni:

“Io sono l’ingrediente segreto di un sacco di matrimoni sani, perché quando lui vede me, entrambi fate la quantità di sesso che desiderate. A patto che lasci stare il suo telefono, potreste arrivare a festeggiare le Nozze d’oro. Non c’è di che.”