Moby ha vinto la gara pubblica emessa dalla Regione toscana, che le garantisce l’acuiqsizione del 100% della compangia di navigazione Toremar, prima apparteneva al gruppo Tirrenia. La Toremar collega le isole dell’arcipelago toscano alla penisola italiana e la Moby, aggiudicandosi la gara d’appalto ha accettato di garantire standard determinati standard qualitativi, condizoni tariffarie ed agevolazioni per i residenti. In particolare la gara indetta dalla regione Toscana prevedeva di ringiovanire la flotta navale in servizio, composta da 7 navi ed un aliscafo, di collegare l’isola di Giannutri e di aumentare la corse verso caparaia. Sottostando a queste condizioni la Moby, pur col la solita denominazione di Toremar, avrà in gestione le tratte regionali per 12 mesi ed in cambio ricevera una sovvenzione di 13,3 milioni di euro l’anno con un ribasso dell’8% sulla base dell’asta. Nel contratto stipulato tra Regione e Toremar inoltre, vi è uno specifico riferimento alla tutela dei quasi 200 operai Toremar. Il presidente Moby Vincenzo Onorato ha dichiarato che  ”Ora comincia il vero lavoro, non solo garantire tratte e occupazione, ma riportare la Toremar ad essere la compagnia principe della Toscana e una delle migliori in ambito nazionale. Oggi la Toremar e’ una Ferrari con le ruote sgonfie, dobbiamo farla ripartire”. Onorato, riferendosi a una dellle due nuove navi che andranno a svecchiare la flotta in servizio così come previsto dalla gara d’appalto, ha aggiunto  ”Spero vivamente che la nuova nave venga costruita in Toscana, ma per fare le cose bisogna essere in due. La mia volonta’ c’e', lo spero con tutto il cuore, ma ci vuole uno sforzo da parte dei Nuovi Cantieri Apuania”.