Grazie alla sua prontezza d’animo una poliziotta è riuscita a salvare una neonata in fin di vita. La donna coraggiosa si chiama  Luisa Fernanda Urrea e, oltre ad essere un ufficiale della polizia colombiana, è da poco diventata mamma. Inviata nella foresta dove era stata abbandonata la piccola, la poliziotta si è ritrovata a soccorrere la bimba che stava morendo di fame ed era a rischio ipotermia.

A trovare la neonata era stata Edinora Jimenez, una donna di 59 anni, che ha raccontato la sua esperienza ai media locali:

“Stavo raccogliendo le arance quando ho sentito un pianto. Ho pensato che fosse un gatto fino a quando ho guardato più da vicino e ho visto che si trattava di una bambina“.

L’agente, arrivata sul posto, ha subito intuito la gravità della situazione e quindi, senza nessuna esitazione, ha deciso di allattare la piccola al suo seno in attesa dell’ambulanza. Una scelta coraggiosa che, però, la Urrea ha descritto come un gesto spontaneo che qualsiasi mamma avrebbe compiuto:

“Sono una mamma, e ho il latte. Ho solo riconosciuto le esigenze di questa piccola creatura. Credo che qualunque donna lo avrebbe fatto nella stessa situazione”.

Grazie all’intervento immediato della poliziotta la bimba, trovata ancora con una parte del cordone ombelicale attaccato, adesso è sana e salva. Per ora è in cura all’ Institute of Family Welfare (ICBF), in attesa che si trovi una famiglia adottiva, mentre la polizia sta ancora cercando la madre che rischia l’accusa di tentato omicidio.