Non c’è due senza tre. Mentre in Italia il rapporto a tre viene considerato ancora un tabù, in Colombia un notaio ha legalizzato un unione tra tre uomini. Nasce, di fatto, la prima famiglia “poliamorosa” con marito, marito e marito: si tratta di Manuel, Victor e Alejandro che si sono detti di sì davanti ad un notaio lo scorso 3 giugno. Ma come nasce la loro storia d’amore? Tutto comincia nel 1999 quando Alejandro, che oggi ha 36 anni, conosce Manuel. I due si frequentano e poi decidono di sposarsi. Ad un certo punto Alejandro conosce un altro uomo: Alex.

La storia della prima famiglia poliamorosa

Alejandro, pur essendosi innamorato follemente di Alex, non avrebbe mai lasciato il suo primo amore, Manuel. Così nasce la relazione a tre che dura tranquillamente per qualche anno; poi il colpo di scena con un quarto ingresso, Victor, un giovane 22enne che avrebbe fatto perdere la testa a tutti e tre. Qualche mese dopo, invece, a mettere a dura prova la loro unione è stata la malattia di Alex, affetto da tumore allo stomaco: i medici gli fanno sapere che avrebbe vissuto solo per tre mesi. Tre intensi mesi.

La famiglia poliamorosa, prima erano quattro

Alex muore e la famiglia torna ad essere a tre, ovvero quella che lo scorso 3 giugno è stata ufficializzata e che, dunque, è stata riconosciuta dalla legge colombiana. “Questa unione è una dichiarazione di intenti delle parti” precisano i notai che hanno stilato l’atto. Qualcuno, però, come una deputata a difesa dei diritti della famiglia tradizionale, ha parlato di “spiacevole decadenza morale”.