Scenari apocalittici quelli previsti da una veggente di nome Baba Vanga e morta a 85 anni, 50 dei quali dedicati alla chiaroveggenza, nel 1996. Le parole della donna sono piuttosto inquietanti: “Nel 2016 si inasprirà la guerra dell’Occidente contro il mondo islamico cominciata con la primavera araba. La fine si avrà soltanto nel 2043, quando verrà istituito un nuovo califfato che avrà Roma come suo epicentro”.

Visioni avute tantissimo tempo fa e che, se non fosse per il fatto che la veggente ha quasi sempre predetto una serie di eventi -dal’11 settembre allo tsunami del 2004 con un margine di errore del 15%- non farebbero poi così tanta paura.

Nata nel 1911 da una famiglia povera, a soli 12 anni è stata colpita da un tornado che le fece perdere la vista. Da allora, Baba Vanga, ha cominciato ad avere le prime visioni quasi tutte verificatesi -come riporta il sito News.co.au.

Nel 20143, dunque, l’economia europea sarà sotto la legge di un nuovo califfato che nascerà a Roma e nel 2066, la Capitale italiana in mano al nemico, verrà bombardata addirittura dagli Usa. C’è da crederci? Assolutamente no, visto che si tratta di una clamorosa bufala!