Nicolò ha quasi 20 anni e ha deciso di vivere com un lord dell’800. Sembra una storia surreale e, invece, è realtà così come raccontato dal Corriere.it. Tutto inizia quando, da piccolo, chiese ai genitori un ombrello di foggia antica: un regalo particolare per un bimbo che frequentava le scuole elementari. Da lì la passione per l’800, per gli oggetti d’epoca. E’ un uomo d’altri tempi: con bretelle e scarpe di cuoio sempre lucide. Come si usava una volta. Trascorre le sue giornate pedalando nella piazza medievale tra Castelnuovo Scrivia e Voghera ma ha anche avuto il tempo di diplomarsi al liceo artistico.

Nicolò usa bretelle e scarpe di cuoio

Il suo sogno, adesso, è quello di andare in bottega per “imparare bene a restaurare”. Non gli interessa laurearsi perché “coltiva i suoi hobby a tempo pieno”: “Spesso gli eredi di nobili e famiglie facoltose vogliono sbarazzarsi di oggetti di grande valore, mi chiamano e mi regalano cose meravigliose che io poi sistemo ed ordino nel mio personale museo” ha dichiarato al Corriere.it. Lui stesso, ad esempio, si è costruito il letto ed ha persino restaurato comò, scrivania ed armadio.

Nicolò e lo scatto inedito del Duce

Anche l’abbigliamento è quello di un lord dell’800: guai a parlare di t-shirt colorate o di jeans. Nel suo armadio solo vestiti d’epoca: mantelle, cravatte, cappotti e soprattutto cappelli. Ne ha 250. “Alcuni mi sono stati regalati, altri li ho trovati ai mercatini in giro per Piemonte e Lombardia” ha spiegato. A riportarlo nel 2017 solo pc e smartphone. Poi niente discoteche e partite di calcetto. E infine ha svelato: “Ho corteggiato a lungo una famiglia che teneva in un cassetto la foto inedita del Duce in piazzale Loreto. Non è uno scatto d’ordinanza ma con grande probabilità fu scattata corrompendo le guardie”.